mercoledì 22 ottobre 2014

La peperonata come vuole la ricetta di famiglia...

Il punto di forza di un blog, dove si elargiscono consigli a chi presta il proprio tempo per leggere delle ricette, è proprio quello di essere in grado di spaziare all'interno dell'immenso universo culinario. Esplorare diversi ambienti, culture, odori e profumi e dunque essere aperti alle ricette più elaborate sino a quelle più casalinghe.
Per questo oggi vi propongo un contorno che potrebbe sembrare di basilare realizzazione: la peperonata. Ritengo però che se riuscirete a seguire i consigli che vi regalerò durante la ricetta, il piatto risulterà ancora più speciale e saporito... perchè ogni pietanza, se preparata secondo trucchi e tecniche tramandate nel tempo, rasenterà sempre di più la perfezione.
Vi dico questo perchè la peperonata è, da sempre, stato il piatto forte del mio papà, insieme a molti altri, lo ammetto.
Era speciale quando, durante il weekend, con un po' di tempo in più a disposizione, decideva di mettersi ai fornelli per noi. In quelle occasioni io e mia sorella, come affascinate, ci raccoglievamo intorno al banco di preparazione ed ammaliate ascoltavamo la descrizione della sua ricetta. Il trucco che svelava ogni volta era quello di spezzare il peperone direttamente con le mani. In questo modo avrebbe mantenuto tutto il suo sapore. Per il resto vi invito a leggere quanto segue e vi prometto che cercherò di affascinarvi proprio come lui faceva con noi!

INGREDIENTI:

4 peperoni (2 gialli, 2 rossi)
1/2 porro
acqua qb
1 dado vegetale
1 barattolo passata di pomodoro fresco
6/7 pomodorini freschi
vino bianco qb
pepe nero qb
olio EVO qb


PREPARAZIONE:

Iniziare la preparazione lavando i peperoni. Privateli dei semi ed asciugateli. A questo punto "coccolateli" spezzettandoli con le vostre mani nude. In una padella larga tritare il porro, aggiungeteci due/tre cucchiai di acqua, (papà era molto attento alla cucina salutare, per cui preferiva evitare il classico soffritto, per poi condire con dell'olio a crudo). Fate stufare il porro. Aggiungeteci dopo qualche minuto i peperoni, la passata di pomodoro ed il pizzico di pepe. Sfumate subito con il vino bianco ed aggiungeteci un dado vegetale. Mescolate bene per fare miscelare e sciogliere il dado. Dopo venti minuti aggiungete i pomodorini lavati e tagliati in quattro. Procedete la cottura per almeno un'ora in totale o sino a che i peperoni non risulteranno ammorbiditi ed il vino sfumato.
Spegnete il fuoco e servite ben calda con un filo di olio extra vergine di oliva a completare!






"

Alessandro Borghese








Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...