venerdì 29 maggio 2015

Polpettine vegetariane ricotta e zucchine...



Questa ricetta nasce dall'esigenza di svuotare il frigo da alcuni ingredienti ancora freschi, ma da troppi giorni in casa... Ricotta, una zucchina non molto "tonica" e poco altro ancora...
Ricetta gustosissima ed a basso contenuto calorico! Non provarla sarebbe un peccato

INGREDIENTI: (DOSI PER 9 POLPETTINE)

200 gr ricotta vaccina
2 cucchiai parmigiano grattugiato
sale qb
pepe nero qb
olio evo qb
2 mestoli (circa) pangrattato
1 zucchina
1/2 scalogno
1 uovo intero
farina 00 qb

PREPARAZIONE:

Per preparare le polpettine vegetariane, partire tritando lo scalogno e facendolo soffriggere in un cucchiaio di olio extravergine di olia. A questo punto aggiungervi la zucchina, tagliata a dadini molto piccoli, salarla e farla cuocere per circa cinque minuti.

Intanto, in un ampio recipiente, mescolare la ricotta, insieme al sale, pepe e l'uovo. Unire anche il parmigiano ed il pangrattato. Una volta cotta la zucchina, unirla all'impasto. 

Depositare della farina in un piatto.

Ottenere dal composto di ricotta nove palline che dovranno poi essere leggermente appiattite. Passarle nella farina.

Mettere a scaldare, all'interno di un tegame, dell'olio. Non molto, un dito. Una volta caldo, aggiungervi le polpettine e farle cuocere per pochi minuti, avnedo cura di girarle durante la loro cottura. Dovranno risultare ben dorate e croccanti all'esterno, ma (garantisco), morbidissime all'interno!



Mia mamma mi ha detto che i due più importanti utensili da cucina sono attaccati alle braccia… non si può mescolare le polpette...con un cucchiaio di legno: lì ci arrivano solo le dita sporche.
(Rachael Ray)



martedì 26 maggio 2015

Rotolino di soffice frittata farcito al tonno...



La ricetta di quest'oggi rientra a pieno titolo nella categoria "svuota-frigo". Posso garantire però, che il risultato finale è davvero di gran eccellenza!
Poche chiacchiere e dirigiamoci subito ai fornelli...Seguitemi!

INGREDIENTI: (DOSI PER UNA TEGLIA RETTANGOLARE)

per la frittata:
2 uova intere
200 ml latte parzialmente scremato
1 cucchiaino parmigiano reggiano
sale fino qb
pepe nero qb

per la farcia:
1 scatoletta tonno sott'olio
2 cucchiai maionese 
sale fino qb
pepe nero qb

PREPARAZIONE:

Incominciare sbattendo le uova e mescolandole al latte, unire il parmigiano ed in ultimo salare e pepare.
Depositare il composto in una teglia rettangolare, dopo averla oleata.
Cuocere nel forno preriscaldato e ventilato a 180° per 15 minuti o sino a che non la vedete ben dorata.

Intanto frullare nel mixer ad immersione il tonno con la maionese, salare e pepare.

Sfornare la frittata e depositarla subito su di un canovaccio. Stendervi sopra la mousse al tonno ed arrotolare delicatamente sino ad ottenere un salamino.

Arrotolarlo all'interno della pellicola ed una volta raffreddato, lasciarlo riposare in frigorifero.

Servire tagliato a rondelle.





 Se nasci delfino la sfanghi, se nasci tonno sei rovinato. (L. Littizzetto)
 


martedì 19 maggio 2015

Crostata di mousse alle mele zero grassi, mille gusti...



Non può passare giorno in cui io riesca ad evitare la cucina... è più forte di me!
Oggi sono stata tentata fino all'ultimo di proseguire la mia giornata fissa davanti allo schermo di un computer, ma poi, nel primo pomeriggio la mia mente ha iiziato a vagare verso nuovi dolci da creare e la mia nuova idea è stata quella di mettere a punto una crostata ma molto più leggera, pochissimo burro e tanta sana frutta...


INGREDIENTI: (DOSI PER UNO STAMPO A CERNIERA DEL DIAMETRO DI 20 CM)

per la base:
100 gr farina 00
1 pizzico sale fino
30 gr zucchero semolato
35 gr burro
27 gr acqua 

per la farcia:
3 mele Golden
53 gr zucchero semolato
20 gr burro
1 bustina vanillina
1 uovo intero

per la decorazione:
zucchero a velo

PREPARAZIONE:

Partire dalla base. 
In un recipiente mescolare la farina, il pizzico di sale, i 30 gr di zucchero ed i 35 di burro. Una volta amalgamati bene gli ingredienti, procedere aggiungendo l'acqua, poca per volta, sino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

A questo punto stendere la base con il mattarello su di un piano leggermente infarinato e rivestirvi uno stampo a cerniera del diametro di 20 cm. Bucherellare con i rebbi di una forchetta.







Cuocere nel forno preriscaldato a 180° ventilati per 10 minuti.

Intanto sbucciare tre mele Golden e tagliarle a tocchetti piccoli. Depositarle in un tegame dove avrete messo anche 53 gr di zucchero, 20 di burro ed una bustina di vanillina. Cuocere a fuoco moderato per 10 minuti. A questo punto frullarle con il mixer ad immersione ed aggiungerci un uovo, anche questo da mescolare velocemente insieme agli altri ingredienti.

Sfornare la base della torta e farcirla con il ripieno alle mele. 
Infornare nuovamente il dolce e cuocerlo a 160° ventilati per 25 minuti ed ultimare la cottura sempre a 160° statici per altri 5 minuti.

Sfornare e cospargere di zucchero a velo.

“E quando addentate una mela, ditele nel vostro cuore: 'I tuoi semi vivranno nel mio corpo, E i tuoi germogli futuri sbocceranno nel mio cuore, La loro fragranza sarà il mio respiro, E insieme gioiremo in tutte le stagioni'.”  

KHALIL GIBRAN 

venerdì 15 maggio 2015

Soffici croissant del buongiorno...


Oggi supero ogni mio limite in cucina e vi propongo una delle sfide più impegnative cui mi sia mai sottoposta, almeno credo.

I croissant fatti in casa.
Sfogliati, soffici e croccanti allo stesso tempo, golosi e dorati… tutto questo per concedervi una colazione da re.
La preparazione prevede il susseguirsi di una serie di passaggi che richiede, inevitabilmente, la lievitazione di un impasto casalingo.
Io mi sono regolata partendo dal primo mattino (alle otto circa) e la ricetta è stata portata a termine nel primo pomeriggio, dunque, nulla di impossibile.
Seguitemi in cucina e vi prometto che cercherò di semplificare la ricetta con degli ingredienti semplici e con delle foto che accompagneranno i vari passaggi.
Restati collegati…


INGREDIENTI: (DOSI PER 9 CORNETTI)

80 gr farina 00 + 180 gr farina 00
45 gr zucchero semolato
61 gr latte
100 gr acqua
5 gr lievito di birra in bustina
15 gr burro + 140 gr burro
½ tuorlo + 1 uovo intero
La buccia di un limone bio grattugiata
Zucchero di canna qb



PREPARAZIONE:

Incominciare preparando il lievitino.
In un recipiente depositare i 100 gr di acqua a temperatura ambiente, il lievito e gli 80 gr di farina. Mescolare con la frusta elettrica sino ad amalgamare bene tutti gli ingredienti. Lasciare riposare, coperto con pellicola, per 1 ora, fino a vederlo ben gonfiato.




Procedere aggiungendo al lievitino 2 cucchiai di farina 00 (parte dei 180 gr), mezzo tuorlo, lo zucchero, la restante farina dei 180 gr utilizzati e tutto il latte.
Impastare energicamente con le mani, se dovesse risultare troppo morbido aggiungere farina.
Aggiungere i 30 gr di burro e la scorza grattugiata di un limone non trattato. Continuare ad impastare il panetto per 20 minuti. Coprirlo con la pellicola e lasciarlo riposare per 1 ora.



Trascorsa l’ora, prendere i 140 gr di burro dal frigo  stenderlo dello spessore di mezzo cm, tra due fogli di carta forno.



Stendere anche l’impasto lievitato. Dev’essere più grande della quantità del burro steso.
Depositare il burro (nella parte inferiore), sopra due terzi di impasto, anch’esso steso. Chiudere il lembo superiore della pasta su quasi tutto il burro e poi richiudere l’altra estremità, quella del burro, sopra la piega precedentemente effettuata.
Avvolgere il tutto nella pellicola e mettere nel freezer per 5 minuti.




A questo punto riprendere l’impasto e metterlo sul piano di lavoro con la parte aperta verso destra. Stenderlo con il mattarello, in modo da ottenere un sottile rettangolo. Ripiegare prima la parte inferiore fino a metà e richiudervi sopra il lembo superiore. Mettere il tutto in freezer per 20 minuti.
Ripetere l’operazione per altre due volte. (stendere, piegare una prima volta e poi la seconda il lembo superiore).



Prelevato l’impasto per l’ultima volta dal freezer, stenderlo, in modo da ottenere un rettangolo dello spessore di 1 cm. Ottenere da esso 9 triangoli isosceli.


Ad ognuno togliere un triangolino dalla base e partendo da questa arrotolare il dolce fino alla punta che dovrete lievemente allungare mentre arrotolate e che dovrete lasciare rivolta verso la parte inferiore.

Ad operazione conclusa, coprirli con un canovaccio e farli lievitare per 2 ore.


A questo punto, sbattere un uovo intero e spennellarlo sul cornetto, aggiungere un po’ di zucchero di canna sulla superficie ed infornare.


Cuocere nel forno preriscaldato a 200° ventilati per 5 minuti e procedere la cottura a 220° per altri 5/10 minuti o sino a che non li vedete ben dorati.



"La vita è come un cornetto ripieno, gustosa e dolce nel mezzo, ma secca e stopposa sia all'inizio che alla fine."
David Lee Masters




giovedì 14 maggio 2015

Frollini Margheritine con confettura all'albicocca...le preferite di Marco!





Quando pensate al dolce preferito del vostro lui non posso non immaginare che sia una Sacher torte, una torta alla panna o un generoso tiramisù.
Il mio ragazzo invece è diverso...l'ho sempre detto, a lui piace distinguersi e quando lo voglio davvero rendere felice non devo fare altro che cucinargli i biscottini alla marmellata che rappresentano la sua tipica merenda più golosa!


INGREDIENTI: (DOSI PER CIRCA 25 BISCOTTINI)

250 gr farina 00
100 gr zucchero semolato
1 bustina vanillina
125 gr burro 
1 uovo intero

marmellata extra albicocca

PREPARAZIONE:

In un ampio recipiente mescolare la farina insieme alla vanillina, lo zucchero ed aggiungere anche il burro ridotto a tocchetti.
Una volta ben mescolati gli ingredienti, aggiungere l'uovo ed impastare con entrambe le mani sino ad ottenere una frolla compatta.
Lasciarla riposare nel frigorifero per mezz'oretta, altrimenti lavorarla aiutandovi con poca farina.
Stendere l'impasto dello spessore di mezzo centimetro e con una formina a forma di fiore ottenere 50 fiorellini della stessa grandezza. Con uno stampo a fiore più piccolo del primo, togliere la parte centrale a metà dei precedenti fiorellini.
Cuocere nel forno ventilato per 10 minuti a 180°. Togliere i biscotti quando risultano dorati. Anche se sono morbidi appena sfornati, non vi preoccupate, si solidificheranno subito dopo. Non fate l'errore di farli indurire nel forno, altrimenti diventeranno troppo stucchevoli.
Applicare sui 25 fiori più grandi la marmellata all'albicocca e sovrapporvi i fiorellini con il centro forato.
 



"Le margherite sono il mio fiore preferito, perché una di loro mi ha confidato che la mia donna mi ama. Anche se lei voleva che rimanesse un segreto."
(Marcel Proust)

giovedì 7 maggio 2015

Gustose tigelle accompagnate dal pesto alla modenese...

Reduce da un fine settimana trascorso a Modena, all'insegna della buona cucina italiana e dove le tigelle la facevano da padrone, non potevo tornare a casa senza riproporvi le prelibatezze che ho gustato.
Piadine, tigelle, tortellini... beh, questi, si sà, sono i piatti forti emiliani; ma ammetto che, anche un'appassionata come me, non aveva mai sentito parlare del pesto alla modenese. Gusto intenso donato da una tritata di lardo e rosmarino. Il tutto deve essere accompagnato con una tigella tagliata a metà sulla quale viene spalmato l'affettato reso cremoso, qualche goccia di aceto balsamico ed una leggera spolverata di parmigiano reggiano...
Guardate un po' cosa nasce dalla semplicità degli ingredienti di una volta!!!

INGREDIENTI: (DOSI PER 25 TIGELLE E 5 PORZIONI DI PESTO MODENESE)


500 gr farina 00
1/2 cucchiaio sale fino
5 cucchiai olio EVO
50 gr burro a temperatura ambiente
100 ml acqua calda + 1 cucchiaino zucchero semolato + 1 bustina lievito per pizza

150 gr lardo
1 mazzetto rosmarino
sale fino qb
pepe nero qb
aglio (sarebbe d'obbligo, ma io non l'ho messo per alcune intolleranze)

aceto balsamico di Modena qb
Parmigiano Reggiano qb

PREPARAZIONE:
Incominciare preparando le tigelle. 

Riempire mezza tazza con dell'acqua tiepida, aggiungerci un cucchiaino di zucchero per facilitare la lievitazione e la bustina di lievito. Mescolare sino ad eliminare tutti i grumi. Lasciare gonfiare per cinque/dieci minuti.

Intanto in un ampio recipiente mescolare la farina insieme al sale, l'olio ed il burro. Una volta amalgamati bene tutti gli ingredienti, unire anche il lievito ormai gonfiato ed impastare energicamente sino ad ottenere un composto elastico e soffice.

Lasciare riposare per almeno un'ora.

Intanto ho tritato al coltello il lardo, ho fatto la stessa cosa con il rosmarino fresco. Li ho depositati in una ciotola ed ho aggiunto sale e pepe. Ho mescolato bene il tutto ed ho depositato in frigo.

Trascorsa l'ora di lievitazione, ho preso l'impasto e l'ho steso con il mattarello dello spessore di circa un centimetro. Con un coppapasta piccolo (va benissimo anche un bicchiere), ho ritagliato 25 dischi di pasta. 
Ho preso una padella larga e vi ho depositato sopra una noce di burro. Ho messo le tigelle a cuocere 3/4 minuti per lato a fuoco moderato o sino a che non comparivano le classiche macchioline che contraddistinguono questi impasti.

Una volta raffreddate le tigelle, si possono aprire con il coltello e farcire con il pesto al lardo, qualche goccia di aceto balsamico modenese ed una lieve spolverata di parmigiano reggiano.





"U j è ch'magna par campê e chi ch'magna par s-ciupê" 
"C'è chi mangia per campare e chi mangia per scoppiare"
Dialetto emiliano 

mercoledì 6 maggio 2015

Rotolo di fragole improvvisato...



Questa mattina mi sono alzata con l'umore a terra... alle volte capita... Ci sono dei periodi della vita statici, in cui si hanno mille progetti ma, per un semplice "inghippo" non si riescono a realizzare nell'immediato i propri sogni!
Vorrei essere una donna in carriera ed invece sto cercando lavoro...
Vorrei potere avere una famiglia, ma senza una professione diventa tragica,
vorrei potermi sentire utile per qualcuno, ma lo faccio solo quando quel qualcuno riesco a vederlo... insomma, ci sono quelle giornate in cui sembra che tutto vada storto. L'unico modo per dare un risvolto positivo alla giornata è quello di mettere le mani in pasta e cucinare un ottimo dolce da regalare o, ancora meglio in questi casi, da gustare personalmente!
La ricetta è veramente semplice, ma la cosa che vi attirerà di più, è che è estremamente leggero. Pochissimi grassi per una gusto fresco, primaverile ed allegro!!!

INGREDIENTI: (DOSI PER UN ROTOLO)

2 uova intere
95 gr zucchero semolato
1 pizzico sale fino
1 yogurt bianco (125 gr) con base alle fragole
96 gr farina 00
6 gr lievito
54 gr latte parzialmente scremato
zucchero a velo qb
fragole surgelate a pezzetti qb












PREPARAZIONE:

Iniziare sbattendo, in un ampio recipiente le due uova insieme allo zucchero. Deve risultarvi un impasto bello spumoso. A questo punto unite anche il pizzico di sale e lo yogurt, ma solo la parte superficiale,bianca, saranno 100 grammi circa. Lasciare da parte la base di fragole dello yogurt.
Procedere aggiungendo anche la farina, il lievito e mescolare sempre con la frusta a mano. In ultimo aggiungere il latte e dare un'ultima mescolata sino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.

Ungere con dell'olio una teglia rettangolare (la mia era 40 x 28 cm, ma non l'ho riempita proprio tutta). Stendervi sopra l'impasto del rotolo e cuocere nel forno preriscaldato e ventilato a 180° per 10 minuti. Sfornare subito.

Intanto che la torta cuoce, scongelare le fragole a tocchetti e mischiarle alla base dello yogurt.

Una volta sfornato il rotolo, regolarizzare i bordi e togliere quelli eventualmente troppo secchi, disporre le fregole sopra il rettangolo ed arrotolare con delicatezza. Potete aiutarvi con un panno sul quale avrete depositato il rotolo appena sfornato.

Spolverizzare con lo zucchero a velo e servire!







"Una vita senza amici è come una torta di fragole senza fragole."
Andrea Sargeni
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...