martedì 30 giugno 2015

Pizzette vegetariane a base di melanzane grigliate

Proseguo la "linea" di ricette estive, light ed allo stesso tempo stuzzicanti con un piatto davvero povero in grassi ma, allo stesso tempo, ricco di valori nutrizionali.
La parte relativamente più "faticosa" è quella di grigliare le melanzane (se lo fate in un caldo pomeriggio estivo come ho fatto io!), per il resto il gioco è presto fatto!!!

INGREDIENTI: (DOSI PER 8 PIZZETTE)

1 melanzana ovale
2 pomodori ramati
1 cipolla
peperoncino qb
1/2 dado vegetale
1/2 cucchiaio concentrato di pomodoro 
vino bianco qb
sale fino qb
origano qb
olio evo qb
formaggio tipo asiago qb

PREPARAZIONE:

Incominciare lavando la melanzana ed ottenendone otto fette delle spessore di un centimetro. A questo punto, ungete una piastra con dell'olio e cospargetela con dell'origano. Accendete il fuoco ed una volta ben calda fate grigliare le melanzane salandole poco per ogni lato.

Intanto tritate la cipolla e depositatela in una padella insieme al peperoncino e l'olio extravergine di oliva. Fate rosolare, aggiungete i pomodori lavati e tagliati a cubetti. Sfumate con il vino bianco. Aggiungete il mezzo dado e mescolate di tanto in tanto. Ultimate la cottura aggiungendo il concentrato di pomodoro.

Prelevate le melanzane grigliate  e depositatevi sopra un cucchiaio di sugo al pomodoro per ognuna e qualche cubetto di formaggio asiago.

Nell'eventualità potete passarle per un paio di minuti nel forno con la modalità grill, altrimenti mangiarle direttamente così!




 Se si fa in quattro per renderti felice, è una pizza.
(Anonimo)









venerdì 26 giugno 2015

Polpettine estive e vegetariane: ricotta e zucchine

Torno, dopo qualche giorno di assenza, con una ricetta piuttosto sfiziosa.
Mi capita spesso, durante l'estate, di sentire amici e parenti affaticati dal caldo e dunque con un appetito notevolmente ridotto... io da buona massaia non posso non cercare l'alternativa a questo "problema"!
Del resto è vero che il caldo riduce il senso di fame, ma è altrettanto vero che sprechiamo tante energie e ci occorre recuperarle introducendo tanta acqua e verdura... (In questo momento sento una vocina fuori campo, il mio ragazzo, che mi dice:"sei sempre la solita, predichi bene e razzoli male! La verdura la devono mangiare tutti, compresa tu!!!")

Quindi oggi vi propongo delle polpettine a base di zucchine e ricotta molto golose perchè passate nella farina bianca prima di essere cotte in padella, ma allo stesso tempo ricche di vitamine.
Ai fornelli...!!!

INGREDIENTI: (DOSI PER 7 POLPETTINE CIRCA)

100 gr ricotta vaccina
1 zucchina media
1/2 scalogno
2 cucchiai parmigiano reggiano
1 uovo
1 mestolo circa pan grattato 
olio EVO qb
sale qb
pepe nero qb
farina bianca qb

PREPARAZIONE:

La ricetta è molto semplice. 
Tritate lo scalogno e rosolatelo con un filo d'olio e poco pepe nero in padella. Intanto tagliate la zucchina a cubetti molto piccoli. Aggiungete la verdura allo scalogno soffritto, salate e lasciate cuocere.
A questo punto prendete un ampio recipiente, mescolate la ricotta con del sale, il parmigiano e le zucchine cotte. Aggiungeteci l'uovo e poi il pangrattato che deve far risultare l'impasto morbido ma modellabile con le mani. 
Disponete in un piatto della farina 00.
Ottenete dall'impasto tante polpettine della grandezza di un mandarino ed appiattitele leggermente.
Scaldate in un ampio tegame 1/2 centimetro di olio EVO, una volta caldo tuffarci le polpette e cuocere un paio di minuti per lato, sino a che non dorino.
Prima di servirle salatele leggermente, questo è il tocco finale che renderà le vostre polpettine un contorno di cui non potrete più fare a meno!




"Basta con i piaceri della carne! Facciamo godere anche le verdure!"
Bagatto

venerdì 19 giugno 2015

Biscottini al cocco croccanti fuori e morbidi dentro...

Oggi voglio dedicare la mia ricetta a tutti "gli sfaticati" in cucina, a tutti i miei amici che mi scrivono disperati alla ricerca di una ricetta che renda il massimo per il minimo sforzo, a tutti i pasticcioni ai fornelli che però si impegnano tantissimo per ottenere un ottimo risultato!
I biscottini al cocco li ho cucinati più volte e sono sempre venuti molto bene. Sono l'unica ricetta che è riuscita a far dire ai miei commensali più critici: "questa è la miglior preparazione del mondo!"...Non vi ho incuriositi? Seguitemi e vi prometto che riusciremo a portare a casa un'ottima vittoria con questi dolcini!

INGREDIENTI: (DOSI PER 50 BISCOTTINI)

250 gr farina di cocco/cocco grattugiato
150 gr zucchero semolato
3 albumi
1 pizzico sale fino

PREPARAZIONE:

Depositare gli albumi in un ampio recipiente e montarli a neve ben ferma mettendovi un pizzico di sale.
A questo punto unire prima 40 grammi di zucchero e mescolare con un cucchiaio dal basso verso l'altro e poi più intensamente, aggiungere tutto il restante zucchero in una volta. Mescolare bene.
Unire in ultimo tutto il cocco e mescolare sempre con il cucchiaio.
Vi risulterà un impasto ben compatto. Ricavatene con le mani cinquanta palline, grosse più o meno come una noce piccola, o una mandorla tondeggiante.
Disponeteli sulla teglia rivestita con carta forno e cuocete a 170° ventilati per 10/15 minuti. Si vede subito quando sono cotti, saranno dorati in superficie.


"ma se arrivi un po' in ritardo ecco un cocco al primo sguardo"
Citazioni venditori di cocco








martedì 9 giugno 2015

Soffice torta al limone... simil Mulino Bianco!

Ed ecco a voi una nuova ricetta che cerca di riprodurre un dolce che tradizionalmente troviamo al supermercato ed invece... eccolo qui sfornato direttamente dal forno di casa mia!







Sono le sfide che più mi attirano queste... un sabato pomeriggio, al supermercato, ho trovato questa torta ed il mio ragazzo ha iniziato a "sbavare" letteralmente davanti allo scaffale pregandomi di prendergliela, per poter riassaporare quel gusto di quando era piccino... secondo voi l'ho fatto?? Assolutamente no :P, mi sono messa alla prova ed ho creato il dolce a casa, cercando anche di fargli cambiare idea... volevo sentire uscire dalla sua bocca che la mia era ancora più buona dell'originale ed effettivamente: CI SONO RIUSCITA!!!
La preparazione prevede tre impasti differenti: una soffice pasta frolla come base, la crema pasticcera al limone ed in ultimo un classico impasto da torta margherita.
La cottura è la parte più delicata, io credo di averla tenuta leggermente meno rispetto al dovuto, quindi aumenterò (per voi) i tempi di cottura. Avrei potuto ripeterla più volte per verificarne il risultato dopo molteplici tentativi, ma fremevo per regalarvi questa nuova ricetta. 
Il trucco per dare la giusta consistenza al dolce è quello di conservarla in frigorifero, una volta raffreddata. La crema all'interno diverrà molto più compatta rispetto alle foto che vedete (che ritraggono la torta appena sfornata) ed ancora più concentrata di sapore!

INGREDIENTI: (DOSI PER UNO STAMPO A CERNIERA DEL DIAMETRO DI 20 CM CIRCA)

per la base di pasta frolla:

120 gr farina 00
50 gr zucchero semolato
50 gr burro
1 uovo
1 pizzico sale fino

per la crema pasticcera al limone:

100 gr zucchero
2 tuorli
50 gr burro
buccia di 1 limone grattugiato
succo di 1 limone grattugiato
2 cucchiai farina 00 (30 gr circa)
200 gr latte

per la copertura di pasta margherita:

100 gr burro morbido
100 gr zucchero
1 bustina vanillina
1 pizzico sale fino
2 uova + 1 tuorlo
2 cucchiai latte
120 gr farina 00
20 gr fecola di patate
1 bustina lievito per dolci


PREPARAZIONE:

Per preparare la torta al limone partire dalla base di frolla. Mescolare la farina con lo zucchero. Aggiungere il burro, l'uovo ed il sale. Mescolare il tutto sino ad ottenere un impasto dalla consistenza piuttosto morbida. A questo punto, aiutandovi con poca farina stendete l'impasto nello stampo, allungano i suoi bordi verso le pareti. Lasciatelo riposare in frigorifero per il tempo di preparazione degli altri composti.


Passare alla cottura della crema. In un pentolino depositare i due tuorli con lo zucchero. Mescolare energicamente con una frusta a mano. Aggiungere la farina, il latte, il succo e la scorza grattugiata di un limone grosso e biologico.
Mettere sul fuoco a fiamma moderata ed aggiungere anche il burro. Attendere che il tutto inizi a sobbollire.
Aspettare che si raffreddi.

Intanto procedere con l'ultimo strato, la copertura.
Sbattere le due uova ed il tuorlo insieme allo zucchero. (Dovrete ottenere un composto spumoso). Aggiungervi il burro, sciolto al microonde pochi secondi. Unire anche la vanillina, il pizzico di sale, i due cucchiai di latte, la farina, la fecola ed il lievito. Continuare a mescolare con una frusta a mano sino ad eliminare tutti i grumi.


Prelevare dal frigorifero la base di pasta frolla. 

Versarvi sopra la crema pasticcera al limone.




In ultimo rivestire il tutto con il terzo impasto a base di torta margherita.


Infornare e cuocere nel forno preriscaldato e statico a 170° per 50 minuti. Io l'ho lasciata 40 minuti ma il centro era ancora troppo morbido. Voi aiutatevi con la "prova stecchino".




"Tenera merce!
Si riempirono le costiere, i mercati,
di luce, di oro silvestre,
e aprimmo due metà
di miracolo,
acido congelato
che scorreva
dagli emisferi
di una stella,
e il liquore più intenso
della natura, intrasferibile,
vivo, irriducibile,
nacque dalla freschezza
del limone,
della sua casa fragrante,
dalla sua acida, segreta simmetria."
Pablo Neruda










Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...