domenica 7 ottobre 2012

Cous cous mandorlato agrumi e zucchine...


INGREDIENTI: (per 2 persone)


1 bicchiere colmo cous cous
1 bicchiere acqua
sale q.b.
tre zucchine 
1 scalogno
1 cucchiai olio evo 
1 cucchiaino dado granulare 
il succo di 1 pompelmo rosa
mandorle a scaglie q.b.

PREPARAZIONE:

Tritare lo scalogno e farlo rosolare in un tegame  insieme all'olio. Aggiugerci le zucchine tagliate a dadini piccoli e farle insaporire con il dado granulare, aggiungendo insieme ad esso un goccio di acqua per facilitare la cottura.
In un pentolino a parte portare ad ebollizione un bicchiere di acqua, salare, spegnere il fuoco ed aggiungerci il cous cous. Coprire ed attendere per circa 5 minuti. Procedere sgranando il cous cous ed aggiungendo un filo d'olio, il succo del pompelmo e le zucchine.
Impiattare con un coppapasta e completare con delle lamelle di mandorle fatte tostare in una padella antiaderente.

"Era inevitabile: l'odore delle mandorle amare gli ricordava sempre il destino degli amori contrastati."

Gabriel García Márquez


Reginette allo Zafferano


INGREDIENTI: (per 2 persone)

200 gr farina 00
farina grano duro q.b.
sale q.b.
1 bustina zafferano
120 gr acqua tiepida

PREPARAZIONE:

In un pentolino fare intiepidire dell'acqua e scioglierci una bustina di zafferano.
In un recipiente a parte, mescolare la farina insieme ad un pizzico di sale e poco alla volta aggiungere l'acqua allo zafferano. Impastare energicamente con le mani e dare alla pasta la forma desiderata.
La reginetta allo zafferano risulterà estremamente morbida, per questo è consigliabile disporla su un largo tagliere di legno ben cosparso con farina di grano duro.
Cuocere in abbondante acqua salata per pochi minuti.

" Mamma butta la pasta! "
 Dan Peterson
 verso ora di pranzo

giovedì 27 settembre 2012

Sformatino alternativo di zucchine


 INGREDIENTI: (per 2 sformatini)

2 zucchine
1 uovo intero
70 gr ricotta vaccina
1 manciata pangrattato
dado vegetale granulare q.b.
sale q.b.
pepe q.b.
olio q.b.
farina q.b.

 PREPARAZIONE:

Fare bollire le zucchine in un pentolino con dell'acqua insaporita con un paio di cucchiaini di dado vegetale granulare. Dopo averle fatte cuocere per un bel pò, schiacciarle con una forchetta. Aggiungere ad esse la ricotta, l'uovo sbattuto ed il  pangrattato. Una volta ottenuto il composto salare e pepare.
Oleare due stampini e cospargerli con una spolverata di farina, suddividere il composto nei due stampini.
Infornarli a 180 gradi ventilati per 15 minuti, lasciare gli sformatini dentro finchè il forno non si raffreddi.
Servire tiepidi.

 "Una donna felice in amore lo brucia il soufflé, ma una donna infelice... ahimè! Si dimentica di accendere il forno. Dico bene?"
Dal film "Sabrina"

martedì 25 settembre 2012

Involtini "PrimAutunno" vegetariani


 INGREDIENTI:

60 gr pasta fillo
1 zucchina
1 carota 
2 cucchiai sesamo tostato
4 cucchiai farro bollito
sale q.b.


PREPARAZIONE:

Tagliare la zucchina e la carota a dadini molto piccoli, aggiungere ad essi anche il farro, il sesamo e salare il tutto.
Intanto aprire una sfoglia, doppia, di pasta fillo e dividerla in quattro quadrati. Farcire ogni quadrato con un pò di ripieno nella parte centrale, poi spennellare le estremità con dell'acqua e chiudere prima i lati e poi arrotolare l'involtino. Lasciarlo riposare per un paio di minuti in modo che l'acqua permetta alla pasta fillo di sigillarsi un pò.
Intanto mettere in un pentolino 1/2 litro di olio di semi di girasole, quando l'olio raggiunge la temperatura, (verificarlo immergendo uno stuzzicadenti lungo, l'olio è pronto quando si creano delle sottili bollicine intorno al legno) immergere un involtino per volta e lasciarlo dorare per qualche minuto.
Servire ben caldi.


È saggio applicare l'olio di una raffinata gentilezza ai meccanismi dell'amicizia. 
Sidonie-Gabrielle Colette

sabato 22 settembre 2012

Polpettine di fagioli borlotti




INGREDIENTI: (per 8 polpettine)

100 gr fagioli in scatola
1 mozzarella fiordilatte da 125 gr
1 uovo intero
50 gr parmigiano
5 cucchiai pangrattato
sale q.b.
pepe q.b.
olio di semi di girasole

PREPARAZIONE:

Scolare i fagioli e frullarli con il minipimer, aggiungerli alla mozzarella ben tritata al coltello, l'uovo, il parmigiano ed il pangrattato. A questo punto regolare di sale e pepe.
In una pentola dai bordi alti fare scaldare abbondante olio di semi, immergere uno stuzzicadente lungo e verificare se l'olio è pronto per la frittura, lo è solo se intorno al legno si creano delle bollicine. Immergere le polpettine, quattro per volta e cuocerle per qualche minuto, fino a doratura completata. Asciugare l'olio in eccesso con l'aiuto della carta assorbente e salare nuovamente le polpettine prima di servirle.



"Non v'è cuoca provetta che non ami la polpetta!!!" (CIT). 





mercoledì 19 settembre 2012

Piadina sfogliata all'olio extravergine d'oliva ...


 INGREDIENTI:

150 gr farina 00
8 gr sale 
35 gr olio evo
46 gr acqua tiepida
olio di semi di girasole q.b.


(figura 1)
(figura 2)

 PREPARAZIONE:

In un recipiente mescolare la farina insieme al sale, aggiungere anche l'olio extravergine di oliva e cominciare ad impastare con le mani in modo da togliere tutti i grumi creati dall'olio venuto a contatto con la farina.
A questo punto aggiungere anche l'acqua e continuare ad impastare con le mani fino ad ottenere un impasto elastico.
Dividere il panetto in tre parti uguali e con il mattarello iniziare a dare forma alla piadina. Ottenuto un cerchio dello spessore di 1 cm, spennellarlo con l'olio di semi e ripiegarlo in due parti (come nella figura 1), passare di nuovo il mattarello per assottigliare il rettangolo ottenuto, spennellarlo con altro olio di semi e ripiegarlo in due parti (come nella figura 2). Ora con il mattarello dare la forma definitiva alla piadina, preferibilmente circolare.
Scaldare una padella antiaderente, l'ideale sarebbe quella utilizzata per fare le crepes, cuocere le piadine una ad una avendo l'accortezza di forarle con i lembi di una forchetta, per evitare la creazione di bolle d'aria.
La cottura è di un paio di minuti per parte, finchè la piada non ottiene il tipico colore.








"La piadina è il pane, anzi il cibo nazionale dei Romagnoli."
Giovanni Pascoli

martedì 18 settembre 2012

Canederli



INGREDIENTI

200 gr pane raffermo
150 ml latte
2 uova
sale q.b.
pepe q.b.
prezzemolo q.b.
noce moscata q.b.
100 gr prosciutto cotto a cubetti
40 gr farina + q.b. per infarinarli 
brodo vegetale q.b.

PREPARAZIONE:

In un ampio recipiente ammorbidire il pane (tagliato a tocchetti e privato della crosta) con il latte e le uova. Unire al composto il sale, il pepe e la noce moscata.
In un padellino a parte fare rosolare il prosciutto, senza condimento. Aggiungere il prosciutto all'impasto, la farina ed il prezzemolo. Continuare a mescolare con un cucchiaio di legno. Lavorare l'impasto con le mani umide, in modo che non si attacchi ed ottenere tante palline da passare nella farina.
Cuocere i canederli per 15 minuti in abbondante brodo vegetale. 








 "Un tozzo di pane secco con tranquillità è meglio di una casa piena di banchetti festosi e di discordia."
Libro dei Proverbi

lunedì 17 settembre 2012

Quiche "a mio modo"

INGREDIENTI:

(Per la pasta brisè)
250 gr farina 00
125 gr burro
1 uovo
1 cucchiaino sale
(Per la farcia)
3 uova 
50 gr parmigiano
100 gr ricotta vaccina (facoltativa)
2 zucchine
1 carota
100 gr pisellini freschi
1 porro
1 confezione panna da cucina (anche di soia va bene)
sale q.b.
pepe q.b.
olio q.b.


 PREPARAZIONE:

Unire alla farina il burro tagliato a tocchetti e cominciare ad impastare con la punta delle dita in modo tale da spezzettare il burro. Aggiungere il cucchiaino di sale e l'uovo. Impastare sempre con la punta delle dita fino ad ottenere un panetto da avvolgere nella pellicola e mettere in frigorifero per qualche minuto.
Proseguire preparando il ripieno. 
Tagliare tutte le verdurine a cubetti molto piccoli, fatta eccezione per i piselli. In un ampio tegame fare scaldare un pò d'olio ed aggiungerci le verdure, in ordine di cottura, (prima il porro e i piselli freschi, poi le carote e solo in ultimo le zucchine). Salare e pepare il tutto e lasciare cuocere fino a che non siano tenere, ma ancora croccanti. Sbattere le uova in un recipiente, salare ed unire la panna e la ricotta. Mescolare con una frusta in modo omogeneo. Aggiungere anche le verdurine precedentemente cotte ed il parmigiano. Mescolare bene.
Rivestire una teglia con la pasta brisè preparata, dopo averla prelevata dal frigo e stesa con un mattarello. Forare con una forchetta la brisè in modo che in cottura non crei delle bolle.
Travasare tutta la farcia sopra la brisè ed infornare nel forno preriscaldato a 180 gradi, ventilato, per 40 minuti.

"Vorrei tanto che ci fosse un libro di cucina anche per la vita, con tutte le ricette che ti dicono come affrontarla nel modo giusto!... Lo so, adesso lei mi dirà:- Si impara sbagliando!-… " No, quello che stavo  per dirle, e lei lo sa meglio di tutti, è che sono le ricette che uno si inventa quelle che funzionano meglio di tutte!" (dal film "Sapori e dissapori") 



Pane tricolore... ispirazione nata dal blog di Giallo Zafferano...

 INGREDIENTI:

800 gr farina 00
100 gr spinaci lessati
2 cucchiai concentrato pomodoro
1 bustina lievito di birra
1/2 tazza acqua calda 
1 cucchiaino zucchero
sale q.b.
olio q.b.

PREPARAZIONE:

Iniziare la preparazione mettendo dentro mezza tazza di acqua calda, un cucchiaino di zucchero, e una bustina di lievito che deve essere fatta opportunamente sciogliere mescolando accuratamente.
Depositare la farina in un ampio recipiente, salarla ed aggiungerci anche due cucchiai di olio extravergine.
Una volta che il lievito sarà montato unirlo alla farina, e cominciare ad impastare energicamente. Se è opportuno aggiungere all'impasto ancora dell'acqua tiepida.
Una volta raggiunta la consistenza di un panetto omogeneo, dividerlo in tre parti uguali. La prima lasciarla bianca, in purezza. La seconda reimpastarla insieme a due cucchiai di concentrato di pomodoro, l'impasto si ammorbidirà di molto, è necessario aggiungere un'altra manciata di farina per far si che il composto rosso torni ad essere elastico.
Depositare l'ultima parte di pasta da pane dentro il frullatore insieme agli spinaci lessati e farli unire in modo da ottenere un impasto verde omogeneo. Anche in questo caso, se l'impasto si dovesse ammorbidire troppo, aggiungerci un'altra manciata di farina.
Con i tre impasti colorati ottenere dei salamoni e fare una treccia da mettere poi in uno stampo da plum cake ben oleato.
Lasciare lievitare la treccia di pane per un'ora.
Infornare a 180 gradi ventilati per 25 minuti, togliere la ventilazione e farlo seccare sulla crosta ancora per altri 10 minuti.
Dovrà risultare molto morbido all'interno.






I sapori semplici danno lo stesso piacere dei più raffinati, l'acqua e un pezzo di pane fanno il piacere più pieno a chi ne manca.
Epicuro

sabato 15 settembre 2012

Ravioli con ripieno al mascarpone conditi con mandorle, uvetta sultanina e burro...


 INGREDIENTI: (per 4 persone)

4 uova
400 gr farina 00
sale q.b.
pepe q.b.
125 gr mascarpone
70 gr philadelphia alle erbe
parmigiano q.b.
50 gr uvetta passa
1/2 bicchiere vino bianco da cucina
100 gr mandorle spelate
70 gr burro

PREPARAZIONE:

Cominciare preparando la farcia, quindi unire il mascarpone con il philadelphia e cominciare a mescolare energicamente con un mestolo fino ad ottenere una crema liscia. Aggiungere anche un'abbondante manciata di parmigiano, regolandosi in modo da ottenere sempre una consistenza cremosa e soda. Salare il composto e depositarlo in frigorifero per il tempo della preparazione della pasta.
Intanto riempire mezzo bicchiere di vino bianco e farvi ammorbidire dentro l'uvetta.
In un recipiente unire alla farina, salata, le uova e cominciare ad impastare fino ad ottenere il panetto di pasta all'uovo. Stendere l'impasto con il mattarello, ottenere una sfoglia il più sottile possibile. Farcire metà della sfoglia con la farcia prelevata dal frigo e richiuderla in modo da poter poi ritagliare dei ravioli della forma desiderata.
Nell'attesa che l'acqua, per la cottura dei ravioli, inizi a bollire, preparare il sughetto d'accompagnamento.
In una padella larga fare tostare le mandorle per qualche minuto, aggiungere nello stesso tegame il burro da far sciogliere e sfrigolare ed in ultimo l'uvetta scolata dal vino, che però ha insaporito. Salare e pepare il tutto.
Fare cuocere i ravioli per qualche minuto, scolarli e farli saltare nella con la cremina d'accompagnamento.
Buon appetito!!!

Geppi Cucciari

 

lunedì 10 settembre 2012

Tarte Tatin in onore di mia sorella...

INGREDIENTI:

1 rotolo pasta brisè
6 mele 
130 gr burro
100 gr zucchero

PREPARAZIONE:

Spargere su una padella larga tutto lo zucchero e il burro a tocchetti. Sbucciare le mele, toglierne il torsolo e tagliarle in quattro. Depositare le fette di mele sopra lo zucchero, disposte a pancia in su. 
Accendere il fuoco, la fiamma dev'essere viva.
Attendere che lo zucchero cominci a colorire e caramellare. A questo punto spegnere il fuoco e stendere sopra lo strato di mele la pasta brisè avendo l'accortezza di rigirare i bordi verso il basso.
Infornare nel forno ventilato a 200 gradi per 30 minuti. A fine cottura prelevare la tarte tatin e capovolgerla su di un vassoio di modo che lo strato di mele ora sia in superficie!




C'è chi cerca l'altra metà della mela, io sto cercando ancora la mia mezza. Sono uno spicchio di me stesso.
Fabio Volo, Esco a fare due passi, 2001

Lasagne verdi liguri

INGREDIENTI: (per 2 persone)

100 gr pasta secca lasagne
500 ml latte scremato
4 cucchiai farina
1 noce di burro
90 gr pesto senza aglio
2 patate lesse
1 dado vegetale
pepe
80 gr formaggio pasta dura (tipo fontina)
60 gr parmigiano



 PREPARAZIONE SECONDARIA:

Per prima cosa mettere a bollire le patate e lasciarle raffreddare.
In una pentola a parte fare cuocere la pasta per 5 minuti, lasciandola al dente, e scolarla sotto l'acqua fredda, in modo che i rettangoli di pasta non si attacchino e non scuociano.
In un pentolino versare il latte, una spolverata di pepe, la farina, il dado e la noce di burro. Lasciare che il tutto si unisca continuando a mescolare manualmente con una frusta. Spegnere non appena il composto risulta più denso.
Mischiare il composto di latte insieme al pesto. 
Procedere con gli strati di lasagne, spargere una prima passata di composto di pesto sul fondo di una pirofila, proseguire con la pasta, continuare con il pesto, una spolverata di parmigiano, il formaggio e qualche pezzo di patata spezzettato, altra pasta, poi di nuovo pesto, parmigiano, formaggio e patate e così via fino ad esaurimento degli ingredienti.
Infornare a 180 gradi ventilati per 40 minuti.
Mh... le lasagne sono forse la cosa più deliziosa di questo accidenti di mondo. Hai un fazzoletto, anche di carta? Sto facendo un macello. Basta la parola "lasagne" per farmi sbavare. dal film Shrek: Ciuchino

giovedì 6 settembre 2012

Tagliolini al sugo di calamaretti affogati

 INGREDIENTI: (per 4 persone)

400 gr farina 00
4 uova
1 pizzico sale fino
250 gr calamari 
100 gr pomodorini ciliegino
1 scalogno
peperoncino q.b. 
olio evo q.b.
1/2 bicchiere vino bianco 
1/2 dado vegetale
prezzemolo q.b.

 PREPARAZIONE:

Impastare la farina alla quale abbiamo unito il sale e le uova. Ottenere un panetto elastico ed omogeneo da lasciare riposare qualche minuto.
In un tegame a parte fare rosolare per qualche secondo uno scalogno tritato e un filo d'olio, aggiungerci i calamaretti tagliati a listarelle e farli scottare, dopo qualche secondo aggiungerci il vino bianco, il dado e poi, una volta sciolto il dado, anche i pomodorini tagliati in due parti. Lasciare ultimare la cottura che comunque non dev'essere troppo lunga, bisogna evitare che il pesce diventi troppo "gommoso". Aggiungere solo alla fine una spolverata di prezzemolo.
Stendere, a questo punto, la pasta e, ripiegandola su sè stessa più volte, tagliare delle sottilissime tagliatelline.
Farla bollire in abbondante acqua salata e condire il tutto con il guazzetto di pesce.



Andrea Camilleri

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...