giovedì 13 giugno 2013

Torta di Pane








Questo dolce nasce come classico esempio di ricetta del riciclo di quegli ingredienti che per non essere sprecati vengono riutilizzati come supporto per qualche altra creazione…
Quest’oggi ho trovato in dispensa mezzo pacco di pane da tramezzini che avevo utilizzato qualche giorno fa, è un’ovvietà dire che il pane lasciato in un luogo asciutto per un periodo di tempo piuttosto moderato assuma una consistenza non più mangiabile.. perché non mischiarlo con dello zucchero, uova e del buon cacao che non viene mai disdegnato!? Il dolce è presto fatto…!











INGREDIENTI: (PER UNO STAMPO DEL DIAMETRO DI 20 CM)


180 gr pane da tramezzini
70 gr fette biscottate
300 gr latte caldo
6 cucchiai zucchero
3 cucchiai colmi cacao amaro
1 uovo
1 pesca
zucchero a velo qb
zucchero di canna qb
qualche fiocchetto di burro

PREPARAZIONE:

In un ampio recipiente spezzetta il pane insieme alle fette biscottate e versaci il latte scaldato, in modo che mescolando con le mani si ottenga una poltiglia ben amalgamata.
A questo punto aggiungi lo zucchero ed il cacao e comincia a mescolare con un cucchiaio. In ultimo unire all’impasto l’uovo e la pesca sbucciata e tagliata a dadini. Mescolare il tutto delicatamente con un cucchiaio di legno.
Imburrare la tortiera, riempirla con l’impasto ed arricchirlo con una generosa manciata di zucchero di canna e qualche fiocchetto di burro. Infornare e cuocere nel forno preriscaldato a 180° venitlati per 35 minuti.
Cospargere con lo zucchero a velo ed una volta raffreddata tagliare a cubotti.



“I Maya credevano che il cacao avesse il potere di liberare desideri nascosti e di svelare il destino.”
Chocolat



Soffici soufflè agli spinacini



Quando si avvicina l’estate la tendenza è quella di proporre ricette ultra dietetiche che risultino quasi una punizione da dover scontare per i commensali… io, invece, opto per non rinunciare al gusto, pur mettendo a punto una ricettina che non appesantisca più di tanto ma che riesca lo stesso ad appagare i palati dei golosi e quelli più difficili da soddisfare…

INGREDIENTI: (PER RIEMPIRE DUE STAMPI DA MUFFIN)

100 gr spinaci freschi
80 ml panna da cucina
2 cucchiai colmi parmigiano grattugiato
1 uovo
sale, pepe e burro qb

PREPARAZIONE:

Fare appassire gli spinaci in un pentolino senza acqua. Una volta appassiti e raffreddati aggiungere il parmigiano e l’uovo. Frullare il tutto con il mixer ad immersione. In ultimo aggiungere al composto la panna. Salare e pepare.
Imburrare due stampini da muffin dai bordi lievemente più alti se possibile, versarvi in ognuno metà del composto, in modo che vengano riempiti per 2/3. Infornarli e cuocerli nel forno preriscaldato a 180° ventilati per 10 minuti, attendere altri 5 minuti prima di sfornarli.

“Non c'è che una stagione: l'estate. Tanto bella che le altre le girano attorno. L'autunno la ricorda, l'inverno la invoca, la primavera la invidia e tenta puerilmente di guastarla.”
Ennio Flaiano


martedì 11 giugno 2013

Filetto di manzo al pepe nero e sale rosa







“La verità profonda, per fare qualunque cosa, per scrivere, per dipingere, sta nella semplicità. La vita è profonda nella sua semplicità.”
Charles Bukowski

Questo è il filo conduttore che guida il mio modo d’essere, quello che apprezzo negli altri e quello che desidero contraddistingua ogni mia creazione… ogni preparazione, come può essere un piatto in cucina, non deve necessariamente richiedere tanto per essere succulento… quello che mi sorprende ancora di più però è scoprire quanto i miei gusti, se ben educati come sta accadendo, si stiano rendendo più affini ad ingredienti che mi riescono ad appagare in modo evidente, questo mi da grande soddisfazione, così come un buon piatto di carne, se cucinata con la più spontanea delle semplicità e tanto coinvolgimento, riesce a fare…


INGREDIENTI: (PER DUE PERSONE)

400 gr filetto di manzo
misto di pepi dal mondo (nero, bianco, verde e rosa) qb
sale rosa dell’Himalaya qb
1 noce burro

PREPARAZIONE:

Questa preparazione non prevede molto tempo, ma solo alcune accortezze.
Per ottenere una fettina di carne più succulenta e poco secca farsi tagliare dal macellaio due fette abbastanza spesse.
Provvedere al tritare il misto del pepe depositandone una certa quantità dentro della carta assorbente e battendolo con il batticarne. A questo punto disporne piccole quantità sulla carne e togliere quello in eccesso.
Fare sciogliere una noce di burro in un tegame e depositarvi sopra le fettine, salare con un po’ di sale rosa, ma ultimare la salatura a carne cotta.
Fare cuocere la carne massimo due minuti per parte e servire ben fumante.




"Sono le cose più semplici a darmi delle idee. Un piatto in cui un contadino mangia la sua minestra, l'amo molto più dei piatti ridicolmente preziosi dei ricchi."

Joan Mirò

martedì 4 giugno 2013

Meringata dell’ultimo minuto…


Non riesco a dire se ciò che vi andrò a descrivere capiti anche a voi, ma spesso mi succede di ritrovarmi in un momento di pausa dalla solita routine ed accompagnata da un’irresistibile voglia di un dolce appagante e veramente goloso!
Uno degli scorsi pomeriggi, a fine giornata, mi sono addentrata in un’impresa…perché non reinventare a mio modo una delle più classiche torte qual è la meringata? Sarebbe potuto essere uno stuzzicante dessert per il dopocena!
Impresa superata.. gli ingredienti sono due nel vero senso della parola, il tempo di preparazione assolutamente ridotto, ma la riuscita non può che essere un successo!!!

INGREDIENTI:

(io ho usato un coppapasta del diametro di 10 cm)
70 gr meringhe
2 cucchiai colmi di nutella







PREPARAZIONE:

Ho sbriciolato le meringhe, lasciandone da parte quattro per la decorazione. Ho aggiunto ad esse la nutella ed ho cominciato a mescolare energicamente, fino ad ottenere un impasto ben amalgamato.
Ho rivestito il coppapasta con il composto, ho terminato con qualche meringa sbriciolata sulla superficie e due meringhe di guarnizione. Ho deposto il tutto in frigorifero lasciandolo per almeno due ore ed ho sformato il dolce dallo stampo qualche minuto prima di servire.

“L’etica della meringa, dura e morbida al tempo stesso”

Anonimo
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...