lunedì 17 luglio 2017

Praline di patate semplici ma gustose!



L'estate, a mio avviso, porta tanta felicità; è il periodo dell'anno in cui si trovano più occasioni per trascorrere del tempo con le persone alle quali si tiene, nella migliore delle ipotesi, mangiando qualcosa di buono! La Domenica appena trascorsa ho avuto il piacere di accogliere a casa la famiglia del mio compagno e parte della mia. I pranzi d'estate ti permettono di preparare tante ricette fresche, sfiziose e che non richiedono lunghe tempistiche per la loro preparazione... Uno degli antipasti che ho elaborato mi è stato consigliato da una collega del mio compagno, nonchè una cara amica, Francesca... lei in cucina ha una fantasia molto variegata ed una volta che è stata mia ospite ho potuto assaporare questo antipasto così semplice ma anche di grande effetto.
Si tratta di praline di patate e tonno decorate con un ciuffo di maionese, a mio parere sarebbero ancora più ricche se ultimate con delle salse ancora più saporite, sto pensando per esempio alla mousse di tonno, al tonno e carciofini o perchè no, magari una mousse di prosciutto (presto vi linkerò anche quella ricetta!), per il momento non vi resta che seguirmi ai fornelli!!!

INGREDIENTI (DOSI PER 40 PALLINE):

5 patate medie
1 scatoletta di tonno
sale qb
pepe nero qb
maionese qb



PREPARAZIONE:

Fare lessare le patate in abbondante acqua. Una volta cotte, sbucciarle e schiacciarle (io ho utilizzato il classico schiacciapatate per la preparazione anche degli gnocchi). Salare e pepare, aggiungere anche il tonno e mescolare energicamente sinchè tutti gli ingredienti siano ben amalgamati. A questo punto ricavare dall'impasto tante palline della stessa dimensione, all'incirca grosse come una noce. Lasciarle riposare in frigorifero circa 12 ore (questa è la tempistica ideale per farle ben rassodare). Prima di servire, togliete dal frigo le palline di patate e decorate con la maionese o la mousse che avete scelto.

Buon antipasto!!!


"C'è qualcosa di strano in questo yogurt.
Non è yogurt, è maionese.
Ah, bene. Allora è buona!" (Notting Hill )

lunedì 26 giugno 2017

Friabili e burrose paste di meliga...

Quest'oggi vi voglio proporre una ricetta davvero semplice, ma allo stesso tempo ad intensa carica emotiva per chi, come me, ha origini piemontesi fondate su una tradizione culinaria semplice ma dai profondi sapori.
Le paste di meliga mi ricordano quando ero piccina, quando ero cosi leggera da poter passeggiare comodamente appostata sulle spalle del mio saggio nonno che mi conduceva in un cammino accompagnato da tanti racconti. La camminata, lungo il fiume Po, non poteva ritenersi conclusa se non fossimo prima passati dalla panetteria del borgo per farci preparare un sacchettino colmo di paste di meliga alla piemontese. Friabili biscottoni preparati con farina di mais ed una massiccia dose di burro, quel burro che rendeva quei pasticcini cosi saporiti ma anche unici nel loro gusto.
Ho provato più volte a elaborare questa ricetta senza mai uscirne completamente soddisfatta, normale, quando si tratta di ricordi con così alta carica emotiva risulta difficile, ciò nonostante, pochi giorni fa sono riuscita nel mio intento.
Il segreto di questa versione è di essere precisi nelle dosi che vi indicherò, ma allo stesso tempo non essere così meticolosi nella forma da dare ai biscotti. Non ho usato nessun attrezzo da cucina particolare, solo due cucchiai per poter dare al dolce una forma rustica e quanto più casalinga. Fidatevi e non ne rimarrete delusi!!!

INGREDIENTI: (DOSI PER 22/25 BISCOTTI)

62 gr farina di mais
125 gr farina 00
62 gr zucchero semolato
1 uovo
125 gr burro 
1/2 limone la scorza grattuggiata
1 pizzico sale fino
1 bustina vanilina


PREPARAZIONE:

Mettere in un ampio contenitore le due farine (mais e 00), unire il pizzico di sale, la vanillina e lo zucchero. Mescolare il tutto ed aggiungere il burro a tocchetti, la scorza di mezzo limone biologico e solo in ultimo l'uovo. 

Impastare energicamente il tutto.

Prendere due cucchiai e creare delle quenelle da depositare su una teglia rivestita con carta da forno. Appiattire le palline di impasto sino ad uno spessore di 1 cm e 1/5 e donandole una forma ovale.

Preriscaldare il forno a 180 gradi ventilati e cuocere per 15 minuti. Sfornare non appena risulteranno dorate. Lasciare raffreddare e gustare anche affogate in una coppa di gelato.

"

Pensate a come il mondo sarebbe migliore se tutti noi avessimo latte e biscotti alle tre di ogni pomeriggio e poi ci stendissimo sotto le coperte per un pisolino."

(Barbara Jordan)

mercoledì 14 giugno 2017

La semplicità di una confessione... la semplicità di una tartare di tonno su letto di pomodori verdi ed avocado!!!



Questa sera torno a scrivervi con una grande confessione che ho per molto tempo custodito...l'ho fatto nella speranza che la "pazzia" di un giorno trascorso a Milano presso gli studi di Masterchef potesse trasformarsi nella mia realtà, la partecipazione all'accademia del programma più gettonato del momento...
In realtà, nonostante la soddisfazione dell'arrivare tra le prime 100 selezionate in tutta Italia, purtroppo il mio percorso è terminato quel giorno...
Porto con me tante sensazioni: i battiti di un cuore tanto agitato, i profumi delle materie prime che avevo scelto per la mia ricetta da presentare e poi... questa, una delle preparazioni che, nella sua semplicità, mi ha consentito di passare lo step successivo ed arrivare in quegli studi tanto ambiti... Oggi vi presento la mia tartare di tonno fresco su base di una dadolata di pomodori verdi ed avocado il tutto accompagnato da glassa balsamica.


INGREDIENTI: (DOSI PER UNA PORZIONE)

150 gr trancio tonno fresco
1/2 avocado
1 pomodoro verde
olio qb
sale qb
glassa di aceto balsamico qb
succo di limone qb
ciuffi di finocchietto fresco

PREPARAZIONE:





Iniziare preparando una tartare grossolana con il tonno. Lasciarlo insaporire in una terrina condendolo con olio, poco sale ed un'abbondante spremuta di limone. 

A parte tagliare a dadini (brunoise) il pomodoro e l'avocado, condire con olio e sale e lasciare riposare per 10 minuti circa. 

Procedere componendo il piatto. Con un coppapasta depositare sulla base la brunoise di pomodoro ed avocado, procedere con la tartare di tonno e decorare con qualche ciuffo di finocchio. 
Decorare il piatto con qualche goccia di aceto balsamico in glassa. 

Buon piatto leggero e rinfrescante!






"Se è scritto che due pesci nel mare debbano incontrarsi, non servirà al mare essere cento volte più grande."
(Stefano Benni)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...