domenica 27 dicembre 2015

Vellutata di zucca e patate con crostini

Un'altra leggera ricetta è in arrivo.
Nei giorni scorsi ho accumulato le foto delle mie preparazione ed oggi, a conclusione di queste feste, ma soprattutto mangiate abbondanti, non potevo che proporvi un piatto depurativo e rigenerante.
La vellutata di zucca e patate è un primo piatto che soddisfa il palato, non fa venire sensi di colpa e soprattutto la sua riuscita è sempre più che assicurata.
Provare per credere!

INGREDIENTI: (DOSI PER TRE PERSONE)

3 patate medie
400 gr zucca già pulita
1/2 litro acqua
1 dado vegetale
1/2 litro latte parzialmente scremato (io ho usato quello di soia)
olio evo qb
crostini di pane fatt in casa
qualche goccia di panna da cucina
pepe qb
scalogno qb

PREPARAZIONE:

Tritare lo scalogno e fare un soffritto con un cucchiaio di olio extra vergine di oliva ed una spolverata di pepe nero.
Una volta ben rosolato, aggiungere le patate, sbucciate, lavate e tagliate a cubetti. Dopo un paio di minuti aggiungere anche la zucca a tocchetti ed insieme mezzo litro di acqua naturale, un dado intero e mezzo litro di latte.
Mescolare bene il tutto con un cucchiaio di legno. 

Lasciare cuocere per 40 minuti mescolando ogni tanto.

Trascorsi i 40 minuti spegnere il fuoco e frullare con il mixer ad immersione.

Impiattare, condire con un filo d'olio, una spolverata di pepe, i crostini ed in ultimo qualche goccia di panna da cucina.

Gustare ben calda.






Ciò che simboleggia meglio la vanità di tutte le cose, fama letteraria compresa, è il fiore di zucca: dura appena lo spazio di un giorno, poi appassisce e muore.
Anacleto Verrecchia, Rapsodia viennese, 2003

Le rose di mele rosse in pasta sfoglia



Eccomi di ritorno... è un po' che non scrivo sul mio blog, i miei seguaci più assidui si sono accorti dell'assenza. In realtà questo periodo di "lontananza" è stato giustificato da notevoli cambiamenti nella mia vita, insomma sono diventata grande ed ho dovuto occuparmi di molte cosette... questo solo per motivare un'assenza che non è stata intenzionale, ma dovuta a cause di forza maggiore.
Ora sono di ritorno e non posso che farmi perdonare con un dolce leggero nella sua essenza, ma ricco di gusto: Le roselline di mele e pasta sfoglia... seguitemi ai fornelli...si torna a cucinare!

INGREDIENTI: (DOSI PER 4 ROSELLINE)

1 rotolo pasta sfoglia rettangolare
4 cucchiai colmi marmellata di albicocche
1 mela rossa
zucchero di canna qb
zucchero a velo qb

PREPARAZIONE:

Per preparare le mele di pasta sfoglia ci si impiega pochissimi minuti. Incominciare lavando una mela rossa e dividendola in due. A questo punto ottenere delle sottilissime strisce nel suo senso orizzontale.
Depositare le strisce di mele all'interno di un capiente recipiente con dell'acqua e del limone spremuto. Cuocere nel microonde per circa tre minuti, sino a che non si saranno leggermente ammorbidite.

Stendere il rotolo di pasta sfoglia. Tagliarne 4 rettangoli disponendo la sfoglia nel senso orizzontale.

Stendere su ogni rettangolo un cucchiaio di marmellata di albicocche.

Prendere qualche fettina di mela e disporla sul lato superiore del rettangolo. Deve lievemente fuoriuscire dalla sfoglia.


Ripiegare a metà, su sè stesso, il rettangolo di sfoglia. Avendo cura che le mele restino sempre un po' fuori dal margine.



















A questo punto arrotolare il rettangolo di sfoglia



e cospargere la superficie con zucchero di canna. Disporle all'interno di stampi da muffin in alluminio.

Cuocere nel forno preriscaldato a 180° per 30 minuti o sino a che non vedete le mele ben dorate. 
Una volta sfornate, cospargere con lo zucchero a velo e servire tiepide.







 “E quando addentate una mela, ditele nel vostro cuore: 'I tuoi semi vivranno nel mio corpo, E i tuoi germogli futuri sbocceranno nel mio cuore, La loro fragranza sarà il mio respiro, E insieme gioiremo in tutte le stagioni.”
Khalil Gibran


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...