lunedì 24 ottobre 2016

La semplicità del pane fatto in casa…!



Questo fine settimana ho avuto il piacere di ospitare a casa due persone che hanno avuto un ruolo molto marcato durante la mia infanzia!
Fin dalla mia tenera età ho avuto l’onore di trascorrere le vacanze estive a Villasimius, ospite (con i miei genitori) di una splendida famiglia sarda che, come tutti i sardi, si distingue per il suo senso di ospitalità innato e l’infinita generosità.
Ricordo che ogni mattina, al nostro risveglio, Elisa (la padrona di casa) ci faceva trovare, appeso alla porta,  un sacchetto colmo di verdure fresche del loro orto.
Ricordo con gioia i pranzi trascorsi insieme… il maialino sardo grigliato davanti al nostro sguardo vigile, la tipica pizza sarda “Sa Costedda”, i malloreddus alla campidanese…

Che dire?? Per questa famiglia, ed in generale, per questo popolo, la tradizione della cucina rispecchia una realtà di fondamentale importanza.
In questi giorni che ho potuto trascorrere insieme a loro ne ho approfittato per condividere ed appuntare diverse ricette… una tra le quali, quella della pane fatto in casa.
Alle volte ci si cimenta in preparazioni complesse, senza soffermarsi su quanto lo possano essere anche le ricette che si ritengono così semplici, come quella del pane appunto!
Elisa mi ha spiegato che il procedimento per preparare il pane, quello vero, fatto in casa, semplice, puro e genuino richiede diversi passaggi di lievitazione. Questa ricetta merita un’attenta descrizione.
Cercherò di essere il più precisa possibile, per voi!!!

INGREDIENTI: (DOSI PER 2 GRANDI FILONCINI DI PANE)
1 bustina lievito secco di birra
1 cucchiaino zucchero 250 gr farina 00 + 500 gr farina 00
sale qb
acqua qb
farina di mais qb

PREPARAZIONE:
Iniziare preparando il lievitino. Sciogliere in mezzo bicchiere di acqua calda un cucchiaino di zucchero e la bustina di lievito. Lasciare agire per i minuti necessari a vederlo montare.
In un ampio recipiente mettervi 250 gr di farina 00 e versarvi poco per volta il lievito sciolto. Aggiungere l’acqua necessaria a farlo diventare un panetto elastico ed omogeneo.  Lasciare lievitare coperto con un canovaccio per TRE ORE.

Prelevare un secondo recipiente e versarvi 450/500 gr di farina 00, aggiungere ad essa il sale, ed il precedente impasto (il lievitino). Impastare aggiungendo l’acqua necessaria ad ottenere un impasto ben elastico ed omogeneo. Coprirlo con un canovaccio asciutto e farlo lievitare per altre TRE ORE E ½. (Questo è il risultato dopo la lievitazione.)

Prelevare l’impasto ed ottenere da esso due filoncini da adagiare su una teglia rivestita con carta da forno. Decorare la superficie del pane con dei taglietti diagonali e cospargere con poca farina di mais da polenta. Lasciare lievitare per altre DUE ORE.


Accendere il forno a 220° ventilato, una volta caldo, infornare i filoncini e cuocere per 15/20 minuti finchè non saranno cresciuti. 







La vista e il profumo di un pane appena cotto ha un fascino romantico che trascende qualsiasi altra riuscita culinaria.
(Elisabeth Luard)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...